L’ippodromo del Savio di Cesena

173

Situato a Cesena, l’Ippodromo del Savio di Cesena è gestito, unitamente all’Ippodromo dell’Arcoveggio di Bologna, da HippoGroup Cesenate S.p.A.
La struttura si trova nelle vicinanza dell’omonimo fiume che bagna la città romagnola ed al suo interno sono ubicati tre ristoranti, oltre ad un parco giochi per bambini e una “Sala Bingo”. Attigui il Circolo ippico cesenate per l’equitazione ed il Club ippodromo, centro sportivo polivalente (piscina, tennis, calcetto, palestra).
Questo ippodromo è famoso perché vi si disputano esclusivamente corse di trotto ed è attivo solo nella stagione estiva nel periodo compreso tra l’ultima settimana di giugno e la prima di settembre.
Si tengono settimanalmente tre convegni di corse, in ognuno dei quali sono previste in genere otto corse.

Corse principali e Grandi Premi

L’Ippodromo di Cesena, a novant’anni dalla prima corsa al Savio, continua a mantenere il suo ruolo di vetrina estiva del trotto italiano.
Tra le altre, le corse di maggior richiamo sono il Gran Premio Città di Cesena, il Gran Premio Riccardo Grassi, il SuperFrustino, il Gran Premio Avv. Augusto Calzolari e il Campionato europeo di trotto. La struttura e il livello di divertimento, fanno dell’ippodromo di Cesena, a detta di molti, l’ippodromo migliore d’Italia.
Rinnovamento e tradizione, lavoro e spettacolo, caratterizza gli eventi in programma all’ippodromo di Cesena, perla dell’ippica italiana, che propone ogni estate nuove iniziative per i frequentatori della Riviera Adriatica.
Dopo la serata d’apertura, viene infatti proposta un’avvincente corsa tris quarté e quinté, che rappresenta il primo appuntamento stagionale con la scommessa regina dell’ippica tricolore cui seguono le cinque manche del Tomaso Grassi Award, Superfrustino 2019, la competizione riservata ai driver dalle quali sortiranno i nomi degli otto finalisti. Gli appuntamenti con le semifinali si tengono nel mese luglio, fino ai primi giorni di agosto.

La pista

La pista da corsa è lunga 800 metri ad un metro dalla corda interna, ha una larghezza di 22 metri nella dirittura d’arrivo e di 20 metri nella dirittura opposta, con un minimo di 18 metri all’apice delle curve. Il fondo pista è composto di vari strati: un sottofondo in ghiaia di natura molto sabbiosa, uno strato di 20 cm di scorie di carbone e pomice per dare l’elasticità e mantenere una giusta umidità e infine la “coppa” di 10 cm, formata da polvere di frantoio mista a sabbia. La dirittura presenta una pendenza del 5%.; le curve, dell’11,50%.
La pista di allenamento lunga 700 metri ad 1 metro dalla corda interna, si trova nella stessa area della pista da corsa. Il settore scuderie (390 box) comprende 60 sellerie, 5 magazzini, 2 mascalcie, una letamaia, servizio veterinario, ambulatorio veterinario, box di isolamento, alloggi e servizi per il personale, mensa, ristorante, bar e parcheggio riservato.