L’Ippodromo delle Capannelle a Roma

168

Nel 1870 si tennero a Roma le prime corse di cavalli, fuori Porta S. Giovanni sotto il governo dello Stato Pontificio, ma già nel 1844 Lord George Stanhope, Conte di Chesterfield, aveva fatto disputare sui terreni limitrofi all’attuale area dell’ippodromo, dove al tempo si praticava la caccia alla volpe, due giornate di corse.
e corse divennero regolari pochi anni più tardi e, già nel 1881 furono uniformati i programmi italiani a quelli europei e in quello stesso anno fu inaugurato il primo Ippodromo di Capannelle oggi, il primo ippodromo d’Italia.
Nel 1926, la Società di Corse in Roma inaugurò il nuovo Ippodromo di Capannelle, un gioiello di tecnica e di architettura, davanti ai ruderi dell’Acquedotto Claudio della Villa di Lucrezia Romana, con sfondo i Colli Albani e le montagne d’Abruzzo.
Nel 2005 è stata costruita e inaugurata la pista ‘all-weather’ con fondo in sintetico e l’anno successivo è stato acceso per la prima volta l’impianto di illuminazione realizzato appositamente per questa pista.

Le piste dell’ippodromo

Oggi l’’ippodromo delle Capannelle è considerato la struttura di maggior rilievo nel panorama nazionale dell’ippica, dove durante tutto l’anno vengono organizzate delle corse, con brevi di periodi di pausa a febbraio e agosto.
L’area comprende due zone destinate alle scuderie, in grado di ospitare fino a 1.000 cavalli, la pista di allenamento del galoppo, speculare a quella di gara, e l’ippodromo vero e proprio teatro dell’attività di corse e trotto. Q
Importante è anche la capienza ella struttura, dato che tribune, parterre e aree verdi possono accogliere 20.000 persone.
Le piste per le corse sono tre, di forma ellittica posizionate di fronte alle Tribune: due sono riservate al galoppo in piano (erba e all-weather), mentre la terza è una pista per il trotto contenuta all’interno delle due del galoppo. La pista in erba ne comprende in realtà tre, a seconda delle distanze: grande, derby e dritta, mentre la pista all-weather è lunga 2.000 metri ed è utilizzata anche per gli allnamenti. Le piste di allenamento sono cinque: due piste in erba (2.600 e 1.800 metri) etre piste in sabbia (1.400, 1.600 and 2.400 metri)
La pista di trotto invece ha uno sviluppo di 1.000 metri con un raggio di curvatura superiore agli 80 metri.
Le tribune infine sono quattro:
Tribuna Ristorante, con 250 posti nella terrazza gradonata e oltre a 250 posti nel ristorante sovrastante, comprende un ristorante coperto attrezzato con monitor per vedere le corse, consultare le quote del totalizzatore.
Tribuna Principale con 1.100 posti a sedere e terrazzo Tribuna Centrale-Pésage con 600 posti a sedere, ospita la Club-House, il Peso, l’area Autorità, la Torretta dei Commissari, la Sala Fantini, la Sala Stampa e la regia televisiva.
Tribuna dell’Arrivo offre 486 posti a sedere ed ospita un bar tavola calda e gli sportelli dei totalizzatori per le scommesse, al pian terreno è presente l‘Agenzia Ippica (aperta tutti i giorni)

Feste ed eventi all’ippodromo

L’Ippodromo Capannelle è una struttura polivalente dove vengono organizzate diverse manifestazioni; concerti, feste private, esposizioni, mostre e attività all’aperto e non.
Le aree riservate a disposizione degli ospiti sono:
La Club House: la palazzina centrale delle tribune comprensiva dei saloni dedicato alla sala peso ed alla sala ricevimento per proprietari allenatori.
La Terrazza Derby: un tensostruttura ellittica a bordo pista, sede del Turf Club Capannelle e del ristorante per i soci .
Il Giardino dell’Ospitalità, un giardino recintato, utilizzato per la organizzazione di garden parties ed esposizioni.
L’area prospiciente il parco giochi e le tribune .
La terrazza gradonata del ristorante panoramico.

Informazioni sugli eventi e le corse in programma: www.capannelleippodromo.it